Carola Rackete ha lasciato l'Italia per rientrare in Germania: ora niente Sea Watch

La capitana si riposerà per un po' mentre la Ong è in attesa di capire il futuro della nave che è sotto sequestro giudiziario

Carola Rackete

Carola Rackete

globalist 19 luglio 2019
Carola Rackete, capitano della Sea Watch 3, ha lasciato l'Italia per rientrare in Germania. Lo fa sapere un portavoce della Ong, che non dà altri dettagli, secondo quanto riportato dall'agenzia tedesca Dpa.
Carola, secondo quanto riferiscono fonti italiane, ha lasciato il Paese ieri subito dopo l'interrogatorio in procura ad Agrigento dove è indagata per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
La comandante che ha forzato il blocco della Guardia di finanza per entrare nel porto di Lampedusa, non ha in programma per il momento altre missioni con la Ong tedesca. «Si riposerà per un po'», fanno sapere da Sea Watch sottolineando comunque che finora ad ogni missione conclusa l'organizzazione ha cambiato sia comandante che equipaggio.
Dalla Ong sono ora in attesa di capire cosa accadrà alla Sea Watch 3: la nave è attualmente sotto sequestro probatorio nel porto di Licata, a disposizione dell'autorità giudiziaria che non ha ancora preso provvedimenti definitivi