Aggredito il sindaco Spd di Hockenheim: gravissimo

Dieter Gummer è stato colpito da un pugno ed è caduto battendo la testa: caccia al responsabile, la polizia cerca di capire se il movente è politico

Dieter Gummer, sindaco di Hockenheim

Dieter Gummer, sindaco di Hockenheim

globalist 16 luglio 2019
I soliti estremisti di destra? Criminali comuni? O qualche cittadino in cerca di vendetta? C’è stata una nuova aggressione nei confronti di un amministratore locale in Germania. Dieter Gummer, sindaco socialdemocratico di Hockenheim, nel sud-est della Germania, è stato gravemente ferito da un aggressore che ieri notte ha suonato alla sua porta di casa, a Boehl-Iggelheim.
Quando il 67enne, sindaco della città dal 2004 ed in procinto di lasciare l’incarico a fine agosto, gli ha aperto, lo ha colpito in faccia con un pugno, facendolo cadere per terra e sbattere la testa, alla quale è ferito gravemente. E’ ora ricoverato in ospedale. “Indaghiamo in tutte le direzioni”, dice la polizia, che al momento non conosce né l’identità dell’aggressore né le ragioni della sua azione. 
Il sindaco di Hochenheim è stato aggredito a poco più di un mese dall’assassinio di Walter Luebcke, l’amministratore locale della Cdu ucciso sul giardino di casa sua da un estremista di destra per le posizioni da lui assunte in favore dei migranti in Germania.
L’attentatore, un 45enne, aveva dapprima confessato ma poi ha ritrattato.
Diversi sono gli amministratori locali in Germania che nelle ultime settimane sono stati fatti segno di intimidazioni e minacce di morte. Tra loro il sindaco di Colonia Henriette Reker e quello di Sauerland Altena. Secondo dati ufficiali, l’anno scorso sono state oltre 1.200 le aggressioni nei confronti di funzionari pubblici in Germania per ragioni politiche.
Recentemente il presidente della Repubblica Frank Walter Steinmeier aveva ricevuto al castello di Bellevue una delegazione dell’equivalente tedesca dell’Anci per testimoniare solidarietà e sostegno.