Mediterranea querela Salvini: "Ci accomuna ai trafficanti di esseri umani"

La organizzazione non governativa contro il ministro dell'Interno che ancora una volta ha rispolvarato teoremi già smentiti dalle inchieste giudiziarie

I migranti salvati da Mediterranea

I migranti salvati da Mediterranea

globalist 6 luglio 2019

Forse dopo il caso Diciotti si sente al sicuro e protetto dall’immunità o dall’impunità dei potenti.
Ma è altrettanto vero che dopo che tutte le inchieste hanno smentito i falsi teoremi dell’estrema destra sui rapporti tra trafficanti e Ong continuare a dirlo è diffamazione bella e buona.
Esattamente come dire che Carola Rackete - alla quale nessuno ha contestato il tentato omicidio . Ha tentato di uccidere militari italiani.



Ora le Ong contrattaccano: “È inaccettabile essere accomunati ai trafficanti di esseri umani. Un'accusa infamante che respingiamo al mittente. Il senatore Salvini che lo ha fatto stamani pubblicamente ne dovrà rispondere nelle opportune sedi giudiziarie".


Lo afferma Mediterranea Saving Humans, la rete delle associazioni italiane che ha organizzato Nave Mare Jonio e Nave Alex, con l'armatore sociale Alessandro Metz, in merito a quanto detto oggi a Milano dal ministro dell'Interno.
''Magari il senatore Salvini diventa un 'finanziatore involontario' di Mediterranea - conclude Metz - permettendo in questo modo nuove operazioni di monitoraggio in mare e forse di salvare altre vite umane".