Top

Tardano i soccorsi al traghetto e partono le proteste razziste: "fossimo stati migranti vi sareste sbrigati"

La segnalazione arriva da diversi passeggeri a bordo che ricostruiscono quello che definiscono “un’odissea”, denunciando di “avere paura” e di “non avere assistenza".

aa
aa

globalist

2 Luglio 2019 - 08.35


Preroll

Un traghetto della compagnia Grimaldi, con 250 persone a bordo, partito la notte scorsa da Salerno diretta a Catania, è ferma da molte ore in mare. La segnalazione arriva da diversi passeggeri a bordo che ricostruiscono quello che definiscono “un’odissea”, denunciando di “avere paura” e di “non avere assistenza, né informazioni dall’equipaggio, né dal comandante”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“La nave è spenta – ricostruiscono – funzionano soltanto le luci di emergenza, non c’è acqua e non è possibile usare i bagni”. La ‘Egnazia’ sarebbe dovuta partire ieri alle 22, ma è salpata all′1 di notte. Poi durante la navigazione ci sono stati dei problemi. “Abbiamo contattato la capitaneria di porto – rivelano alcuni – ma non abbiamo avuto nessun riscontro: se fossimo stati immigrati su un barcone ci avrebbero assistiti subito”. A bordo, oltre a donne e bambini piccoli, anche un cardiopatico che si deve ricoverare oggi in Sicilia.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile