Maraventano, la leghista di Lampedusa: "Carola Rackete è un'assassina"

La donna è stata senatrice e sotto la Sea Watch ha partecipato alla manifestazione xenofoba chiedendo le manette mentri gli altri leghisti coprivano di insulti sessisti e razzisti la capitana

Angela Maraventano, l'ex senatrice leghista di Lampedusa

Angela Maraventano, l'ex senatrice leghista di Lampedusa

globalist 29 giugno 2019

Come al solito parole che servono solo per la propaganda. Toni volutamente esagerati detti da una che, come hano mostrato i video, urlava e strepitava sotto la Sea Watch, chiedendo le manette in pieno delirio xenofobo: "La comandante Carola è un'assassina, voleva ammazzare dei finanzieri, uomini dello Stato che stavano facendo il loro lavoro. E' una delinquente che deve stare in carcere”.
Parole scomposte di Angela Maraventano, l'ex senatrice leghista di Lampedusa che la notte scorsa ha assistito sul molto allo sbarco dei 40 migranti della Sea Watch. Poco prima la nave aveva speronato la motovedetta della Gdf con a bordo 4 uomini.


"Questa donna è una delinquente e i deputati del Pd che erano a bordo e hanno applaudito sono una vergogna - dice Maraventano - questa persona è squilibrata e ha problemi. Non può entrare così in porto,  un ragazzo della Gdf stava cadendo in acqua per poco non è caduto. E' una cosa vergognosa. L'hanno trattata troppo bene. Le ho gridato che è una gran maleducata". 
"Quello che mi danno fastidio sono 4 deputati falliti complici che hanno assistito e hanno applaudito", dice la pasionaria leghista di Lampedusa. "Nel pomeriggio faremo un altro presidio al porto per dimostrare che non ci fermiamo e per impedire che si possa ripetere con altre navi - dice - noi diciamo che la gente deve sapere con chi ha a che fare".