Bartolo: "Il mio cuore è a Lampedusa al fianco di Carola Rackete"

Il medico ora europarlamentare parla del caso Sea Watch: "Purtroppo Lampedusa e Bruxelles sono lontane, non soltanto metaforicamente"

Pietro Bartolo

Pietro Bartolo

globalist 26 giugno 2019

Lui ha visto tanti orrori e ha salvato tante vite e ha confortato molti disperati. Ora, da europarlamentare, il suo sentimento è quello di tristezza e, nello stresso tempo, voglia di combattere contro le ingiustizie. Come sempre.
"Il mio cuore è lì a Lampedusa, su quel molo da cui ho prestato soccorso a centinaia di migliaia di persone negli ultimi 30 anni. Purtroppo Lampedusa e Bruxelles sono lontane, non soltanto metaforicamente, come dimostra la cronaca di questi giorni".


Così l'eurodeputato Pd Pietro Bartolo, medico simbolo di Lampedusa, sui social network.
"Arriverà sulla mia isola soltanto domani, ma sono già lì col cuore, al fianco di quella splendida capitana di nome Carola", ha aggiunto.


Carola Rackete è la capitana della Sea Watch3 con a bordo una quarantina di migranti naufraghi.