"Siamo tutti Patronaggio": a Agrigento sit-in in solidarietà con il procuratore minaggiato

Appuntamento per sabato mattina alle 10 davanti alla procura: il magistrato minacciato dai razzisti con l'accusa (falsa) di essere pro-migranti

Patronaggio a bordo della Diciotti

Patronaggio a bordo della Diciotti

globalist 11 giugno 2019
L’altro giorno le minacce contro un magistrato contro il quale è stato indirizzato l’odio social perché considerato (a torto) pro-migranti mentre è solo un servitore dello Stato che applica la legge.
“La Procura non si tocca. Noi siamo tutti Patronaggio”. Sabato alle 10 sit in davanti alla Procura di Agrigento in sostegno dell'azione del procuratore Luigi Patronaggio".
E' questo il testo di un messaggio che in queste ore, ad Agrigento, corre su whatsapp e Facebook e che, appunto, invita a partecipare ad una assemblea pubblica in sostegno del capo della Procura di Agrigento, oggetto di vili e inquietanti minacce.
I promotori dell'iniziativa sono i componenti del comitato "Titano" che si batte per l'acqua pubblica che, di fatto, ha raccolto un comune sentire: lo sdegno verso un atto tanto grave e ingiustificabile. Prova ne siano anche i tanti interventi di sostegno e vicinanza al procuratore, a cui è stata rafforzata la scorta. 
Già venerdì pomeriggio, comunque, Agrigento avrà l'occasione per stringersi attorno al magistrato, che ha annunciato la sua presenza alla presentazione di un libro alle Paoline di via Atenea.