Il sindaco di Milano: "Stiamo ragionando per il Daspo urbano per alcuni rom"

Giuseppe Sala parla degli insediamenti abusivi che stano creando malcontento in periferia e ipotizza soluzioni più drastiche

Un campo nomadi a Milano

Un campo nomadi a Milano

globalist 9 giugno 2019

Una presa di posizione che, probabilmente, desterà qualche sorpresa e qualche polemica, proprio mentre c’è in atto una battaglia contro le ‘zone rosse’ che Salvini sta portando avanti anche attaccando i magistrati.
Per quanto riguarda la problematica degli insediamenti abusivi di rom e nomadi a Milano "stiamo cercando di capire se si può lavorare bene con un Daspo" urbano e "ne stiamo discutendo anche con il prefetto", Renato Saccone. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala ai cittadini del Municipio 7, che si sono lamentati della presenza di insediamenti abusivi nel quartiere.
Il Daspo urbano "sarebbe relativo ad alcuni spazi perché poi alla fine ritornano sempre nello stesso punto e bisogna trovare delle formule affinché non ritornino - ha detto ancora Sala". "Effettivamente vediamo che là dove ci sono i cittadini giustamente si lamentano, bisogna trovare delle formule diverse". A Milano ci sono 3mila rom, io non è che sono contrario alla chiusura dei campi - ha concluso - ma chiuderli vuol dire che saranno ancora più in giro".