Top

Reporter al comizio di Salvini minacciato di arresto dalla polizia: "cancella le foto"

Secondo un comunicato congiunto della Federazione Nazionale Stampa Italiana e Sindacato Unitario dei Giornalisti della Campania, il reporter Fabio Sessa sarebbe stato minacciato senza alcun motivo

Fabio Sessa
Fabio Sessa

globalist

1 Giugno 2019 - 15.12


Preroll

Arriva da Aversa l’ennesima preoccupante vicenda di censura e, guarda caso, ha sempre a che fare con Matteo Salvini. Secondo quanto riferito da un comunicato congiunto di Fnsi e Sugc, poco prima del comizio che Salvini doveva tenere in piazza, un reporter presente sul posto, Fabio Sessa, è stato minacciato di arresto dalla polizia ed è stato costretto a cancellare tutte le foto che aveva fatto fino a quel momento. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il comunicato congiunto di Fnsi e Sugc

Middle placement Mobile

Prima del comizio del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, in piazza Municipio ad Aversa, quando la situazione era assolutamente tranquilla, la polizia ha fermato il fotoreporter Fabio Sasso e dopo averlo minacciato di arresto, non si sa per quale reato, lo ha costretto a cancellare tutte le foto scattate. È l’ennesimo preoccupante abuso da parte delle forze dell’ordine, abusi sui quali, non si può tacere. È necessario fare chiarezza sul caso denunciato dal collega. In un Paese democratico la libertà di informare deve essere garantita in ogni modo e soprattutto da coloro che dovrebbero tutelare l’ordine. La deriva che si sta prendendo apre scenari preoccupanti.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile