Mozione antifascista a Parma: Forza Nuova chiede aiuto a Salvini

Il commento del sindaco Federico Pizzarotti: "scrivono a Salvini? Possono andare pure da Thor, non passeranno"

Forza Nuova

Forza Nuova

globalist 10 maggio 2019
Il Comune di Parma ha approvato una mozione antifascista e Forza Nuova è andata a piangere da Matteo Salvini, inviando al Ministro loro amico e sodale una lettera per lamentarsi dell'antifascismo che impedisce loro di perpetuare comportamenti violenti e intrisi d'odio razziale. Nella lettera, firmata dal responsabile di Fn Parma e candidato alle prossime europee Stefano Cirella, il partito fascista si lamenta che la mozione antifascista impone a chi fa domanda per occupare il suolo pubblico di dichiarare, tra le altre cose, di riconoscersi nei principi democratici e di ripudiare fascismo e nazismo. Un sopruso, per Cirella, che chiede l'intervento di Salvini. 
Il sindaco, Federico Pizzarotti, ha commentato ironico la lettera di Forza Nuova: "Di cosa sarei colpevole?" si domanda il sindaco, "di aver preteso che a Parma tutte le forze politiche ripudino il nazismo e fascismo e si riconoscano nei valori della nostra Costituzione. Finché resto sindaco, questo sarà. Per me oltre al Capitano possono scrivere anche a Thor o a Wonder Woman. No pasaràn!"