La Marina Militare replica a Salvini: "Salvata gente in pericolo di vita"

L'intervento a 75 chilometri dalle coste libiche. I marinai hanno saltato 36 persone tra cui due donne e otto bambini

La Marina Militare

La Marina Militare

globalist 9 maggio 2019
Il colmo dei colmi: giustificarsi per aver fatto il proprio dovere come prevedono leggi italiane e quelle internazionali: il barcone soccorso dalla Marina Militare a circa 75 chilometri dalle coste libiche "imbarcava acqua ed era in procinto di affondare".
E' la ricostruzione del salvataggio in mare avvenuto in mattinata.
Le 36 persone a bordo, tra cui due donne e otto bambini, erano "prive di salvagenti e in imminente pericolo di vita". Il soccorso, sottolinea la Marina, è stato effettuato "in aderenza alle stringenti normative nazionali ed internazionali".