La polizia di stato twitta contro Saviano: "che pena leggere commenti affrettati"

Saviano ha accusato la polizia di stato di essere ormai un 'servizio d'ordine' della Lega. La Polizia ha risposto con un tweet molto aggressivo

Roberto Saviano

Roberto Saviano

globalist 8 maggio 2019
Botta e risposta tra Roberto Saviano e la polizia di Stato: lo scrittore e giornalista ha scritto su twitter un post molto polemico sui fatti di Casal Bruciato, citando la polizia di Stato, accusandola di essere ormai ridotta a 'servizio d'ordine per la campagna elettorale di un partito'. 
Ma la Polizia non è stata a guardare: infatti, dall'account ufficiale, ha risposto a Saviano, scrivendo: "La polizia di Stato serve il Paese e non è piegata ad alcun interesse di parte. Chi sbaglia paga nelle forme prescritte dalla legge. Che pena leggere commenti affrettati e ingenerosi per dispute politiche o per regolare conti personali".