Top

Salvini nervoso sul caso Siri: "Mi occupo di sicurezza, non ho tempo per le beghe"

Il capo leghista sulla decisione di Conte di voler far dimettere il sottosegretario sotto inchiesta

Salvini e Siri
Salvini e Siri

globalist

3 Maggio 2019 - 08.54


Preroll

Sono nervosi. Non per il caso singolo quanto per un sistema di potere che rischia di entrare in crisi, vista la propensione della Lega ai condoni e a norme ad hoc che non sempre sembrano rispondere all’interesse generale.
“Mi occupo di tasse, sicurezza, droga, immigrazione e lavoro. Non ho tempo per beghe e polemiche. Quindi chiedetelo a Conte”. 
Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini a margine di un appuntamento elettorale a Fidenza risponde a una domanda sulla decisione del premier Giuseppe Conte di portare la proposta di revoca del sottosegretario Armando Siri al prossimo Consiglio dei ministri.
“Non ho tempo da perdere in polemiche. Gli italiani mi chiedono meno tasse”, sottolinea il leader della Lega. “La flat tax è un’emergenza nazionale, un diritto, quindi non esistono parlamentari o ministri che dicono che c’è tempo per ridurre le tasse. Il consiglio dei ministri adesso si deve occupare di riduzione delle tasse”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage