Top

Di Maio che denuncia i fascisti, ha cacciato Lannutti, il grillino che parlava dei 'savi di Sion'?

I grillini sembra che si siano accorti ora che governano con i simpatizzanti del fascismo, ma anche tra le loro fila ci sono personaggi discutibili

Elio Lannutti e Luigi Di Maio
Elio Lannutti e Luigi Di Maio

globalist

24 Aprile 2019 - 15.17


Preroll

Di Maio ha scoperto lo spettro del nazismo e denuncia che il suo partner Salvini si allea con quelli che non vogliono sentir parlare di Olocausto.
Ma che fine ha fatto il senatore Lanutti? Non hanno ritenuto necessario espellere un senatore che ha ritirato fuori la storia dei Savi di Sion usata dai nazisti per giustificare la persecuzione degli ebrei e che ora gli è valsa una denuncia dalla comunità ebraica?
La famosa ipocrisia di chi sta denuncia una cosa della quale è complice.
A sottolineare questa assurda situazione al Governo è anche Emanuele Fiano, che scrive su Facebook: “Siamo solo noi che vediamo fascisti, amici dei fascisti e sdoganatori dei fascisti da ogni parte? Siamo solo noi -continua- che siamo inutilmente preoccupati perché la Costituzione antifascista viene calpestata in nome di un’idea di libertà imparata sui bigini”?
“Siamo solo noi -prosegue- che osserviamo indignati che ogni insulto alla nostra storia è ormai lecito in questo Paese dal governo gialloverde? Siamo solo noi che pensiamo indegno di un paese democratico che un senatore che propaganda i Protocolli dei Savi anziani di Sion, uno dei testi amati da Hitler, sieda ancora tra i banchi di una forza di governo che domani omaggerà la Comunità Ebraica di Roma? Se anche fossi solo e fossi l’ultimo mi batterò contro questi rigurgiti di fascismo fino all’ultimo respiro”, conclude.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage