Top

La camorra uccide a Napoli: Salvini si occupa di un immigrato che dà in escandescenze

Il ministro della Nutella indica ai suoi follower uno straniero fermato a Pachino. La sicurezza (quella vera) degli italiani può aspettare

Agguato di camorra a Napoli
Agguato di camorra a Napoli

globalist

9 Aprile 2019 - 17.46


Preroll

Che dicono le cronache? Che a Napoli in un agguato camorristico nei pressi di una scuola è stato ucciso un uomo, ferito il figlio davanti al nipote di tre anni che è rimasto illeso ma scioccato.
Hanno raccontato le cronache: “Un uomo di 57 anni, Luigi Mignano, è morto e il figlio 32enne Pasquale è rimasto ferito alle gambe in un agguato a Napoli. Accanto alla vittima, considerata vicina al clan Rinaldi, è stato ritrovato lo zaino di un bambino di tre anni, nipote dell’uomo ucciso: il piccolo era in compagnia dei Mignano. I colpi di pistola sono stati esplosi da due persone a bordo di uno scooter nero”.
Una stesa mortale. Un altro omicidio in una città che avrebbe bisogno davvero di sicurezza e che in alcune zone è prigioniera dei clan camorristici e di tanti altri delinquenti.
Una situazione così drammatica che il parroco padre Modesto Bravaccino, davvero in prima linea, ha commentato: “Fino a stamattina eravamo fiduciosi che la situazione fosse migliorata, poi un agguato davanti ad un bimbo di tre anni, il nipote della vittima, ci ha fatto capire che la ferocia è aumentata”.
Ma il ministro della Nutella che fa? Tra un selfie, un viaggio elettorale pagato dai contribuenti (visto che è ministro) e un arancino potrebbe pensare alla sicurezza, quella vera? Non alle chiacchiere, ma ai quartieri in mano alla criminalità, ai malavitosi di grande, medio e piccolo calibro che infestano le città?
Ovviamente no. Perché con Salvini al Viminale le mafie e i cartelli della droga fanno i loro porci comodi come e peggio di prima.
E infatti di cosa si è occupato il ministro? Di un immigrato che ha dato in escandescenze a Pachino. 


OutStream Desktop
Top right Mobile

Il “signore” del video, che ha seminato il panico in una tabaccheria di Pachino (Siracusa) tentando poi di accoltellare delle guardie giurate, è stato arrestato e condotto al centro per il rimpatrio di Caltanissetta, da dove verrà ESPULSO.
#lapacchiaèfinita


Middle placement Mobile

Alla continua ricerca di alibi per indicare lo ‘straniero’ sul quale indirizzare gli ulutati dei suoi fan e far dimenticare i grande e veri poteri criminali.


Dynamic 1

Malinconia.


 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile