L'ordine del Viminale a Mediterranea: date i migranti ai libici

Il sottosegretario Molteni: "riportino i migranti in Libia come è giusto che sia". Poco importa se li aspetta un lager

Mediterranea Mare Jonio

Mediterranea Mare Jonio

globalist 18 marzo 2019
La liquida con due battute la questione della nave Mare Jonio il sottosegretario dell'Interno, Nicola Molteni: "stiamo parlando di una nave che stava in acqua Sar libica, competenza libica, li riportino in Libia come è giusto che sia".
La nave si sta dirigendo verso Lampedusa, dopo il salvataggio di 49 persone, a 42 miglia dalle coste libiche, che si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua. 49 persone che, per Molteni, devono tornare in Libia, dove ad attenderli ci sarà un lager. Le terribili immagini mostrate dai servizi di Piazza Pulita, evidentemente, non hanno scalfito Molteni o forse lui crede a Matteo Salvini quando afferma che i respinti dall'Italia sono inviati in 'centri controllati'. Cosa non vera e smentita, tra gli altri, anche dall'Unhcr, l'agenzia Onu per i rifugiati.