E' ufficiale: dal 2021 stop all'ora legale in alcuni Paesi europei

Il parlamento europeo ha votato a favore dell'abolizione dell'ora legale dal 2021. Sarà a discrezione dei Paesi scegliere o meno se mantenerla.

Dal 2021 stop all'ora legale in alcuni Paesi europei

Dal 2021 stop all'ora legale in alcuni Paesi europei

globalist 5 marzo 2019
A Bruxelles si torna a dibattere sull'ora legale dopo la proposta lanciata dalla Commissione Ue per la fine del cambio stagionale, fatto salvo il diritto dei paesi dell'Ue di decidere in merito al loro orario standard. 

Oggi la commissione per i trasporti e turismo del Parlamento europeo ha chiesto di porre fine al cambio stagionale dal 2021, approvando un testo che è passato con 23 voti favorevoli, 11 contrari, nessun astenuto. 

In particolare si chiede che l'ultimo cambio di ora per quei paesi dell'Ue che decidono di mantenere in modo permanente l'ora legale avvenga l'ultima domenica di marzo del 2021. Gli stati membri che preferiscono mantenere l'ora invernale potrebbero cambiare gli orologi per l'ultima volta nell'ultima domenica di ottobre 2021.

Gli eurodeputati chiedono anche un meccanismo di coordinamento tra i paesi dell'Ue e la Commissione per valutare che qualsiasi decisione prevista da uno Stato membro di modificare il proprio orario standard non incida sul funzionamento del mercato interno.