Il razzismo non esiste, Sala replica a Grillo: "rispetto per chi ha manifestato"

Il sindaco di Milano replica al padre-padrone dei grillini: "Brutto che tu liquidi questa enorma partecipazione con disprezzo"

La manifestazione antirazzista di Milano

La manifestazione antirazzista di Milano

globalist 3 marzo 2019
Che il razzismo non esista e sia solo una rappresentazione mediatica lo pensa faziosamente Beppe Grillo per due motivi: primo perché lui non sta in mezzo alla gente comune, al ‘popolo’ e soprattutto ai più deboli, secondo perché frequenta hotel a 5 stelle e magari la notte non vede i tanti lasciati in mezzo alla strada, compresi quelli in quota alla sua protetta Virginia Raggi, alla guida di una città che si è distinta in questi anni per indifferenza.
Così sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha replicato con un post su Facebook alle critiche mosse da Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, alla marcia che si e' tenuta ieri in citta' contro ogni forma di discriminazione. "Da Beppe a Beppe. Caro Grillo, tu che hai fatto capire a tanti cos’è la partecipazione, dovresti sapere che quando centinaia di migliaia di persone vanno in piazza per farsi ascoltare vanno rispettate - ha scritto Sala -. Mi spiace che tu, il fondatore della principale forza di Governo, liquidi questa realtà con sprezzo. Forse non ti piace quello che hai visto perché la gente di Milano non ha detto nessun vaffa?".
Secondo il sindaco Sala il fatto di "liquidare la marcia come una manifestazione contro il razzismo è limitativo. Lì c'era molto di più. C'era la Milano dei diritti, ma anche dei doveri - ha continuato -. C'era l'urlo di una città che non ci sta a credere in una sola verità e nella semplificazione di una certa visione di società. C'era, soprattutto, l'orgoglio di una città che manifesta, ma al contempo realizza. Solidarietà e sviluppo, legate a filo doppio e interdipendenti". "Pensaci - ha concluso -. Se vuoi io sono qui e sarei contento di confrontarmi con te su questi temi".