Dopo i deliri satanisti di Salvini, sulla piattaforma del Miur spunta un "corso di esorcismo" per insegnanti

La notizia circola su Facebook: il corso di formazione per docenti è proposto dall'Ateneo Pontificio Regina Apostulorum

Il corso sulla piattaforma

Il corso sulla piattaforma

globalist 14 febbraio 2019
Riporta Fanpage (ma la notizia è iniziata a circolare stamattina su Facebook) che sul S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento dei docenti), una piattaforma del Ministero dell'Istruzione che propone diversi corsi di aggiornamento per docenti, è comparso un programma (codice Id 26222) denominato "Corso sull'esorcismo e sulla preghiera di liberazione".
Il S.O.F.I.A. riunisce tutte le proposte dei vari Enti accreditati e qualificati dal Miur per la formazione dell'insegnante. Un docente accreditato può accedere alla piattaforma e decidere quale corso partecipare. Per il corso in questione, la somma per l'iscrizione è pari a 400 euro e le ore di lezione obbligatorie sono 40. 
Promotore del corso è l'Ateneo Pontificio Regina Apostulorum e destinatari del corso sono i docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado. 
Secondo quanto si legge sulla piattaforma, il corso propone "un'attenta ricerca accademica ed interdisciplinare sull'esorcismo e la preghiera di liberazione. Il corso presenta i temi concernenti gli aspetti antropologici, fenomenologici, sociali, pastorali e spirituali gli aspetti liturgici e canonici, e gli aspetti legali medici e psicologici dell'esorcismo e della preghiera dii liberazione". 
L'insegnamento dell'esorcismo è e dovrebbe essere a semplice appannaggio di chi sceglie di intraprendere un percorso di fede come prete esorcista. Francamente sfugge quale utilità possa avere nella formazione di un insegnante di una scuola pubblica (e quindi, lo ricordiamo, laica) un corso del genere, a meno che il Ministero non ritenga possibile che gli insegnanti si trovino di fronte a studenti posseduti da Satana (e i recenti post di Salvini sembrano indicare in quella direzione).