Don Patriciello contro Bussetti: "Non venga a parlare di sacrifici a chi ne fa tutti i giorni"

Il sacerdote anti-camorra di Caivano contro la sortita anti-meridionale del ministro dell'Istruzione: "Le parole hanno un peso"

Don Maurizio Patriciello

Don Maurizio Patriciello

globalist 9 febbraio 2019
Meridionali fannulloni: avanti con gli stereotipi.
"Una non risposta, sicuramente non da ministro. Le parole pesano, non ha senso venire a parlare alla nostra gente di sacrifici, quando di sacrifici la nostra gente è sazia".
Don Maurizio Patriciello, il prete di Caivano anti-camorra, insorge dopo l'uscita del ministro dell'Istruzione Marco Bussetti che ha detto che 'al Sud non servono più fondi, ma più impegno'. "A domande vere occorre dare risposte vere come diceva Corrado Alvaro. E quella di Bussetti- registra il parroco di Caivano all'Adnkronos - non è stata una risposta. Il punto è che le parole hanno un peso. Se viene qua un ministro a parlare di sacrifici alla nostra gente che è sazia di sacrifici, non ci siamo per niente".
Don Patriciello ha visto più volte il video con le parole del ministro in visita a Caivano. "Il ministro ripeteva 'sacrifici, sacrifici'. Si fa una gran difficoltà a tenere unità l' Italia e noi ne sentiamo tutto il peso. Adesso da questo ministro, di questo colore politico, questa uscita. Spero le abbia dette perché non sapeva che dire. Quanto a sacrifici, direi che ne abbiamo anche troppa esperienza".
Si è levato un coro di polemiche dal mondo della scuola, ma non solo. Anche parte del mondo politico ha preso le distanze. Bussetti dovrebbe chiedere scusa? "Le scuse - osserva don Patriciello - lasciano il tempo che trovano. La domanda era vera, la risposta non è stata all'altezza".