Dal Papa un messaggio a razzisti e odiatori seriali: ha incontrato Open Arms

Con la Ong da Francesco anche le sindache di Madrid e Barcellona: "si è parlato dio migranti"

Le sindache di Madrid e Barcellona in Vaticano

Le sindache di Madrid e Barcellona in Vaticano

globalist 9 febbraio 2019
Un segnale chiarissimo, che più chiaro non si può: il direttore ad interim della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti, informa che papa Francesco ha incontrato ieri sera in Vaticano, in forma privata, la sindaca di Madrid, Manuela Carmena, e la sindaca di Barcellona, Ada Colau, con il fondatore di Open Arms, Oscar Camps. "Durante il cordiale colloquio si è parlato in particolare del tema dell'accoglienza dei migranti", riferisce Gisotti.
La solidarietà dell'Africa
"L'Africa è il continente dove i confini sono aperti per i profughi. Dove i profughi sono protetti. E' un esempio per il mondo. Un esempio di solidarietà per il resto del mondo, soprattutto per la parte più ricca del mondo, che dovrebbe seguirlo": lo ha detto oggi il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, citato dal quotidiano New Business Ethiopia. Guterres ha incontrato oggi ad Addis Abeba il presidente della Commissione dell'Unione africana, Moussa Faki, alla vigilia del 32esimo vertice dell'Ua che sarà dedicato anche al tema di profughi e migranti.
Oggi nel mondo sono oltre 68 milioni le persone costrette ad abbandonare le proprie case, stando ai dati Onu. Molti di loro arrivano dall'Africa, ma è anche l'Africa ad ospitare la maggioranza di migranti e profughi.
"I migranti africani vanno in altri Paesi africani dove possono integrarsi più facilmente - ha detto ieri Guterres a Voice of America - e dove incontrano meno problemi di xenofobia e razzismo rispetto a quando si spostano in altri continenti".