Migranti sfruttati come schiavi nella sicurezza dei grandi concerti: quattro arresti

Le persone arrestate sono state accusate di sfruttamento del lavoro, false attestazione a pubblico ufficiale e falso materiale in autorizzazioni amministrative.

Security

Security

globalist 28 gennaio 2019
A Reggio Emilia, alcuni profughi richiedenti asilo sbarcati dalla Libia, venivano utilizzati attraverso falsi decreti prefettizi, per lavorare alla sicurezza di grandi eventi, fra cui i concerti dei Rolling Stones, Depeche Mode e Vasco Rossi.
I carabinieri hanno arrestato 4 persone, fra Emilia e Lombardia, accusate di sfruttamento del lavoro, false attestazione a pubblico ufficiale e falso materiale in autorizzazioni amministrative.