La studentessa colpita da meningite racconta su Fb: "Il vaccino mi ha salvata"

Benedetta Rosatello condivide sui social la sua guarigione dalla meningite: "Non possiamo essere diffidenti verso la medicina".

Meningite

Meningite

globalist 22 gennaio 2019
Benedetta Rosatello, 19enne piemontese iscritta all’Università di Padova, ha raccontato su Facebook il suo caso di meningite.
La giovane ha deciso di parlare per fare della sua storia un esempio utile per tutti: "Sono stata colpita da meningite batterica da meningococco di ceppo B, una forma rara e nella maggior parte dei casi fulminante".
La giovane, ricoverata, non vaccinata per il ceppo B, era protetta dal tetravalente contro i ceppi A, C, Y e W. "Con ogni probabilità – scrive – proprio questo mi ha salvata, concedendomi il tempo di arrivare in ospedale dove ho iniziato le cure necessarie".
La studentessa infine chiarisce di non voler sollevare una discussione politica, ma ci tiene a esprimere un'opinione a favore dei vaccini: "Nessuna scienza è esatta – conclude – ma ciò non significa che bisogna rifuggire in toto i potentissimi strumenti di prevenzione sanitaria di cui disponiamo. Bisogna sempre tutelare noi stessi e la nostra famiglia. Trovo assurdo che, nonostante i progressi raggiunti in campo medico, si continui ad essere diffidenti".