Dopo lo schiaffo Sea Watch Salvini si vendica con i grillini: sì alle trivelle

Il capo leghista parla a Porta e Porta: Si può tutelare l'ambiente senza danneggiare lo sviluppo economico del nostro paese

Trivelle

Trivelle

globalist 10 gennaio 2019

Evidentemente il patto della spartizione con i grillini è saltato. Perché all'indomani della brutta figura (verso il suo elettorato xenofobo)  sullo sbarco dei migranti della Sea Watch la Lega si mette di traverso ai temi cari ai grillini.


Ultime le trivelle, che rientrano nel pacchetto di promesse non mantenute dal M5s e che stanno mettendo in difficoltà i grillini con il loro elettorato.


Salvini vuole le trivelle
"Si può tutelare l'ambiente senza danneggiare lo sviluppo economico del nostro paese: trivellare vicino alla costa no, ma neanche dire no per partito preso alla ricerca in mezzo al mare".


Ed ha aggiunto: "Noi l'energia la paghiamo molto più cara rispetto agli altri. Ok alla tutela dell'ambiente, ma non possiamo far finta che il mondo si sia fermato".


Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, durante la registrazione dell'intervista a Porta a Porta.



Il sottosegretario leghista all’ambiento vuole le trivelle
'Non posso approvare una impostazione tutta volta a dire 'No' come quella che sta alla base dell'emendamento dei 5 stelle sul tema delle trivelle. E' sbagliato bloccare le autorizzazioni per le trivelle: non possiamo consentire che la paura blocchi lo sviluppo. Questo Paese ha bisogno di una vera politica energetica che non puo' dipendere dall'acquisto dall'estero perche' questo oltre a portare costi sulle bollette dei cittadini, ci rende anche estremamente deboli'.


E' quanto ha dichiarato il sottosegretario all'Ambiente, Vannia Gava (Lega) a proposito dell'emendamento al Dl semplificazioni proposto dal Movimento 5 Stelle per stoppare le ricerche di giacimenti petroliferi al Sud.


'Questi insediamenti - ha aggiunto il sottosegretario - devono sottostare a precise valutazioni di impatto ambientale che li rendono compatibili con l'eco sistema. Senza contare che questo comparto imprenditoriale è una eccellenza che genera posti di lavoro. Noi non vogliamo cercare motivi per bloccare le aziende e lo sviluppo, ma vogliamo cercare una strada assieme per fare le cose, facendole bene. Le sfide del futuro non aspettano, il nostro paese deve andare avanti e non indietro