Morì di overdose a 16 anni: arrestato a Udine lo spacciatore

Il 24enne di origini afgane è stato preso in custodia dalla polizia. Aveva venduto lui la dose che fu fatale alla sedicenne Alice Bros.

Alice Bros

Alice Bros

Desk 21 dicembre 2018
Il 24enne afgano, accusato di aver ceduto la dose letale di "eroina gialla" alla sedicenne Alice Bros, morta per overdose nei bagni della stazione di Udine il 3 ottobre, è stato arrestato. 
La ragazza era insieme con al suo fidanzato. Il giovane è ora indagato per spaccio e morte come conseguenza, non voluta, di altro reato.
L'arresto è stato eseguito in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Udine su richiesta della procura. L'uomo è stato identificato dagli investigatori grazie ai filmati delle telecamere di videosorveglianza cittadine, e ai tabulati dei telefoni cellulari dei ragazzi coinvolti nella vicenda.
Lo spacciatore avrebbe fornito la sostanza lo stesso giorno della morte alla coppia di adolescenti, ed è stato rintracciato giovedì pomeriggio nella zona di borgo stazione, dove si trovava violando, tra l'altro, un precedente divieto di dimora a Udine e una misura di prevenzione del foglio di via con divieto di ritorno a Udine.