Top

Il bimbo con la maglia rossa preso di mira dai sostenitori di Salvini

L'accusa principale è stata quella del bullismo, per essersela presa con un bimbo che nemmeno può difendersi.

Il bambino con la maglia rossa
Il bambino con la maglia rossa

globalist

14 Novembre 2018 - 08.23


Preroll

Il vicepremier Matteo Salvini è stato il primo personaggio a debuttare nel programma “Alla lavagna”, la trasmissione nella quale i personaggi famosi vengono “intervistati” da una classe di bambini dai 9 ai 12 anni. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il bambino con la maglietta rossa è diventato per un giorno l’idolo dei social. Quello sguardo serio, non festeggiante (rispetto agli altri compagni) e anche la postura distaccata dal resto della classe che invece abbracciava Salvini è diventato il simbolo degli anti-leghisti. Un eroe che però ha dovuto, suo malgrado, affrontare anche i fan del capitano. Il più rumoroso è stato certamente Luca Morisi, il social manager di Salvini, che con un suo tweet si è però attirato le ire dei twittaroli.

Middle placement Mobile

Va detto che molti avevano indicato, in maniera ironica si intende, nel bimbo con la maglietta rossa il prossimo candidato della sinistra. E così Morisi ha colto la palla al balzo segnalando la somiglianza del ragazzino con il dimissionario segretario del Pd, Maurizio Martina. Un commento che però non è piaciuto ed è stato subito travolto dall’ira degli internauti. L’accusa principale è stata quella del bullismo, per essersela presa con un bimbo che nemmeno può difendersi. Morisi non ha cancellato il suo post, a differenza di altri vien da dire. Il tweet dello spin doctor di Salvini era anche una risposta a quello di uno dei profili ironici più seguiti del web, “Le frasi di Osho”. Peccato che lui invece il tweet lo ha cancellato.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile