Il popolo si ribella: a Palermo corteo anti M5s al grido di 'traditori'

Nel capoluogo siciliano contro-vertice sulla Libia e accuse ai grillini di non aver mantenuto nessuna delle promesse

No Muos

No Muos

globalist 12 novembre 2018

Per carità, rappresenteranno pure una minoranza, ma sono quelli che hanno votato in massa i grillini pensando (poveri loro) che fossero di sinistra, che fossero in grado di mantenere le promesse senza aver fatto caso che Di Maio e soci sono molto abili di dire Sì e No nello stesso momento, ma poi quando si tratta di decidere e scegliere vanno solo dove li porta il vento.
E’ la storia del Muos, della Tap, dell’Ilva, della Tav. Nell’eterna ricerca degli alibi per spiegare che non è mai colpa loro.
E adesso il ‘popolo’ comincia ad accorgersene: "Cinquestelle traditori, degli americani siete servitori". E' l'urlo delle centinaia di manifestanti che hanno sfilato in corteo a Palermo per il contro-vertice sulla Libia. Tra le bandiere che sventolano anche quelle dei 'No Muos'.
"Verita' per Giulio Regeni" e' la scritta dello striscione che i manifestanti, dopo avere mostrato quello 'No alle frontiere', hanno posizionato in testa al corteo che sta sfilando per le strade del centro di Palermo per il contro-vertice sulla Libia.