Esplosione in una fabbrica di fuochi d'artificio: un morto e un ferito

E' successo alla Pirotecnica di Arnesano, in provincia di Lecce. La vittima è il figlio del titolare dell'azienda. Sul posto Vigili del fuoco e carabinieri per accertare le cause della deflagrazione e mettere in sicurezza l'area

Esplosione in una fabbrica di fuochi d'artificio: un morto e un ferito grave

Esplosione in una fabbrica di fuochi d'artificio: un morto e un ferito grave

globalist 9 novembre 2018

Nuova tragedia del lavoro in Puglia con un morto e due feriti di cui uno in gravi condzioni. La vittima è uno dei tre lavoratori investiti dalla violenta esplosione avvenuta nella fabbrica di fuochi d'artificio Pirotecnica di Arnesano, in provincia di Lecce. Si tratta di Gabriele Cosma, di 19 anni, figlio del titolare dell'azienda. Il ragazzo è arrivato senza vita al Pronto soccorso dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce dove i medici hanno solo potuto riscontrare gravissime lesioni ed ustioni sul 90 % del corpo.
I feriti sono altri due operai che si trovavano all'interno del capannone dove è avvenuta la deflagrazione. Gravi le condizioni di uno dei due dipendenti, un 43enne che è stato trasportato in 'codice rosso' nel reparto Grandi ustionati dell'Ospedale di Brindisi. L'altro ferito, di 21 anni, ha invece riportato ustioni di secondo e terzo grado.
L'esplosione è avvenuta intorno alle 8.30 nella Pirotecnica dei fratelli Cosma, una nota fabbrica di fuochi pirici di Arnesano. Al lavoro i Vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce, i carabinieri e il personale dello Spesal per accertare le cause della deflagrazione e mettere in sicurezza l'area.