Top

Troppi lavoratori stranieri: i 'leghisti' svizzeri del Ticino vogliono fermare l' 'invasione'

La Lega ticinese e l'Unione Democratica di Centro stanno conducendo una campagna elettorale contro gli stranieri, tra cui gli italiani

La dogana con la Svizzera
La dogana con la Svizzera

globalist

13 Ottobre 2018 - 08.23


Preroll

Per sentire sulla propria pelle gli effetti del razzismo della Lega sulla nostra italianissima pelle basta andare qualche chilometro a nord del confine, nel Canton Ticino, dove è in corso un’altra invasione, ma fatta da noi italiani: nel Cantone svizzero, infatti, il numero di lavoratori stranieri è a quota 118.300, di cui 65.000 sono italiani, contro i 117.500 indigeni. Numeri che non piacciono alla Lega ticinese e all’Unione Democratica di Centro (Udc), che è proprio contro i frontalieri italiani, che ogni giorno attraversano il confine per recarsi a lavoro, che stanno puntando la loro campagna elettorale in vista del referendum svizzero del 25 novembre, quando la Confederazione elvetica è chiamata alle urne per decidere sull’autodeterminazione, ossia sulla superiorità del diritto svizzero su quello internazionale. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

“In realtà gli stranieri portano ricchezza e sviluppo – ribatte Eors Sebastiani, fondatore e vicepresidente dell’Associazione frontalieri Ticino -. Ma certamente questo sorpasso sarà nuovo materiale per la campagna ‘prima i nostri’ di Lega e Ucd. Per alcune prossime scadenze elettorali siamo preoccupati, si va verso l’ignoto. Però è certo che qui, senza lavoratori stranieri, l’economia si ferma”.

Middle placement Mobile

Nel frattempo Roberta Pantani, vicesindaco leghista di Chiasso e deputata a Berna, ha dichiarato guerra al trattato di libera circolazione delle persone con la Ue che, accusa, “fa perdere posti di lavoro ai ticinesi a vantaggio degli altri” perché gli stranieri “costano meno”. La Pantani vuole che prima il posto di lavoro venga offerto a uno svizzero e solo poi a uno straniero, in ottemperanza ai principi della campagna di iniziativa popolare “Prima i nostri” che in Ticino ha già vinto.

Dynamic 1

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage