Parla il carabiniere che fece riaprire l'inchiesta: "Bravo Francesco. Giustizia per la famiglia Cucchi"

Si rivolge così al carabiniere Francesco Tedesco che oggi in aula ha confessato il pestaggio e accusato gli altri due colleghi

Cucchi

Cucchi

globalist 11 ottobre 2018

Esprime soddisfazione anche Riccardo Casamassima, l'appuntato dei carabinieri che con la sua testimonianza fece  riaprire l'inchiesta sul decesso di Stefano. "Immensa soddisfazione, la famiglia Cucchi ne aveva diritto. Mi è venuta la pelle d'oca nell'apprendere la notizia. Tutti i dubbi sono stati tolti. Signora Ministro io sono un vero carabiniere. L'Italia intera ora aspetta i provvedimenti che prenderà sulla base di quello che è stato detto durante l'incontro. Sempre a testa alta. Bravo Francesco, da quest'oggi ti sei ripreso la tua dignità" scrive l'appuntato su Facebook in un post che è sparito dopo qualche minuto per far spazio a un altro in cui si rivolge direttamente al ministro Salvini.
"Oggi mi sono emozionato nell'apprendere questa notizia....tutti i dubbi su di me sono stati cancellati. Signor Ministro io sono un vero carabiniere...". "Io ho mantenuto fede al giuramento - aggiunge Casamassima - Io sono degno di indossare la divisa. E io e la mia famiglia abbiamo e stiamo pagando la nostra scelta. Io e la mia famiglia da oggi abbiamo centinaia di italiani con noi. Massima vicinanza al carabiniere Francesco Tedesco.