Top

Milano, sgomberato il centro sociale Officina occupata: "locali inagibili"

Operazione nella sede di via Carlo Torre occupata dagli anarchici. Nella zona blindati e polizia dopo le richieste dei residenti per "porre fine a una situazione di illegalità"

La polizia nella sede di Officina occupata
La polizia nella sede di Officina occupata

globalist

2 Ottobre 2018 - 09.24


Preroll

Sgomberato a Milano lo stabile occupato dal centro sociale Officina Occupata vicono alle realtà anarchiche riconducibili all’Autonomia diffusa. L’operazione decisa dalla Questura è in corso da questa mattina nella sede del centro sociale in via Carlo Torre, in zona Romolo. Molti i blindati accorsi nella con un dispiegamento ingente di forze dell’ordine.
Lo sgombero, disposto dal questore di Milano Marcello Cardona, “è stato programmato al fine di dare esecuzione al decreto di sequestro preventivo emesso dall’autorità giudiziaria di Milano per l’inagibilità dei locali del complesso immobiliare sito in via Carlo Torre, 34/36, occupato dal 20 aprile 2018”. L’operazione, hanno aggiunto gli inquirenti, è stata svolta anche “allo scopo di tutelare l’ordine e la sicurezza pubblica, teso a porre fine a una situazione di illegalità, non unicamente riferita all’occupazione abusiva dell’area”, dal momento che “i residenti della zona avevano più volte sollecitato l’intervento, anche attraverso gli amministratori locali, per situazioni di criticità più volte segnalate”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile