Top

Roma, il Pd riunito in Piazza del Popolo contro il governo del cambiamento

Sul palco tutti i leader di partito oltre a Carlo Calenda, Paolo Gentiloni, Graziano Delrio. Renzi: "rischiamo una deriva venezuelana"

Piazza del Popolo
Piazza del Popolo

globalist

30 Settembre 2018 - 15.27


Preroll

Sotto l’obelisco di Piazza del Popolo, il popolo del Pd (o quel che ne resta) si è radunato contro il governo M5s-Lega e la Manovra del Popolo. In migliaia sono arrivati, anche se i numeri non sono stati all’altezza delle aspettative, come si vede bene dalle immagini della piazza dall’alto, piena sì ma lontana dai tripudi di folla che accolgono Salvini e compagnia. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Sul palco tutti i leader di partito: Matteo Renzi e Nicola Zingaretti, e anche l’ex premier Paolo Gentiloni, gli ex ministri Carlo Calenda e Graziano Delrio, oltre ovviamente al segretario del Pd Maurizio Martina. 

Middle placement Mobile

“È giusto stare in piazza contro questo governo” scrive Renzi su Facebook, dopo aver scritto che l’Italia rischia una “deriva venezuelana”: “”Questi incompetenti mettono a rischio l’economia. Prendono in giro i loro elettori, perché non manterranno comunque le promesse. Offendono gli altri cittadini, insultando chi la pensa diversamente. Noi dobbiamo reagire, senza paura. E farlo senza divisioni interne, basta con le polemiche. Lottare colpo su colpo. E organizzare forme di resistenza civile contro la deriva venezuelana di Di Maio e Salvini. L’Italia è stata resa grande dal lavoro, dal sudore, dalla fatica e non dall’assistenzialismo. Non lasciamo il futuro a chi vuole vivere di condoni e sussidi. Senza paura, amici”.

Dynamic 1

“Come sempre la nostra gente ci sa stupire” ha detto Maurizio Martina: Soffre e lotta, si mette in gioco e partecipa. Questa piazza è per l’Italia. Grazie”. Gli fa eco Calenda: “”Mi sembra una buona ripartenza non solo per il Pd: in piazza ho visto tante persone che non sono del partito, ma che vogliono opporsi a questo governo populista. Sono 25 anni che non vado a una manifestazione”, ha rivelato l’ex ministro. “È importante essere qui e far sentire la nostra voce contro il governo. Il primo compito di un esecutivo è mantenere in ordine il Paese e non solo i conti, e questo governo non lo sta facendo. I populismi, quando sono basati sulle menzogne, poi si sciolgono presto”.

 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage