Zecca sei nel mirino: minacce di morte fasciste contro il pm Patronaggio

Busta con un proiettile e il simbolo di Gladio contro il procuratore che ha aperto l'inchiesta per sequestro contro Salvini

Patronaggio a bordo della Diciotti

Patronaggio a bordo della Diciotti

globalist 12 settembre 2018

Conosciamo bene l'odio razzista e fascista e sappiamo che per l'Italia e per l'Europa è un pericolo non iferiore allo Stato Islamicoo, quin di non si tratta di sottovalutare: una lettera con minacce di morte è stata consegnata al procuratore capo di Agrigento, Luigi Patronaggio.
Nel plico, arrivato al quinto piano di via Mazzini, sede della Procura nel capoluogo siciliano, c'era anche un proiettile.
Il testo della missiva fa riferimento al caso della nave Diciotti rimasta bloccata in mare, con migranti a bordo, per cinque giorni prima di sbarcare: sul caso la Procura ha avviato un'inchiesta.

Nel biglietto c'era scritto con un pennarello nero: "Zecca sei nel mirino". Sulla busta c'è il simbolo di Gladio, un chiaro riferimento all'estrema destra.
La busta è al vaglio della Digos e della scientifica.