Top

Bimbo morto in piscina: la procura di Nuoro indaga per omicidio colposo

Il piccolo di 7 anni è rimasto incastrato con la mano in uno dei bocchettoni di filtraggio nel tentativo di recuperare una palla. La tragedia in un residence di Orosei

Richard Mulas
Richard Mulas

globalist

3 Settembre 2018 - 09.59


Preroll

Sarà l’inchiesta della Procura di Nuoro a far luce sulla tragedia di domenica nella piscina di un residence a Orosei, sulla costa orientale della Sardegna, dove è morto un bambino di sette anni di Irgoli, in provincia di Nuoro.
Richard Mulas, 7 anni, è annegato nel tentativo di recuperare un pallone che era finito nel bocchettone di filtraggio. Il bimbo ci ha infilato la mano rimanendo incastrato. La mamma, che lavora nel residence, si è affacciata a una finestra, non l’ha più visto, ha scorto soltanto una sagoma a mezz’acqua nella piscina. Ha urlato ed è corsa giù ma quando Richard è stato riportato in superficie non respirava più. Per oltre un’ora i medici di un’ambulanza hanno cercato invano di rianimarlo.
La Procura indaga per omicidio colposo. Il sostituto procuratore Ilaria Bradamante, titolare dell’inchiesta, dovrebbe conferire già in mattinata l’incarico al medico legale dell’ospedale San Francesco di Nuoro per l’autopsia sul corpo del piccolo. Ieri la pm, insieme al capitano dei carabinieri della compagnia di Siniscola Andrea Leacche, ha eseguito un primo sopralluogo nel residence e messo sotto sequestro la piscina.
Sotto shock Irgoli, il paese della Baronia dove il piccolo Richard viveva insieme al padre,  alla madre ecuadorena e alla sorella. Il sindaco ha sospeso tutte le manifestazioni e proclamato il lutto cittadino.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage