Le intimidazioni mafiose del deputato leghista ai magistrati: "se toccate Salvini vi veniamo a prendere a casa"

Giuseppe Bellachioma, deputato leghista in Abruzzo, ha scritto un post che non lascia adito a dubbi. l'Associazione Nazionale Magistrati: "è un fatto di una gravità inaudita"

Giuseppe Bellachioma

Giuseppe Bellachioma

globalist 23 agosto 2018

Giuseppe Bellachioma, deputato e segretario della Lega in Abruzzo, ha condiviso du Facebook un post di Salvini sull'indagine contro ignoti per sequestro di persona aperto dalla procura di Agrigento sulla vicenda dei migranti della Diciotti e ha aggiunto un post scriptum che, senza tanti giri di parole, è un vero e proprio avvertimento di stampo mafioso: "se toccate il Capitano vi veniamo a prendere sotto casa...occhio".



Immediata la reazione dell'Associazione Nazionale Magistrati: "Si tratta di un'azione di inaudità gravità che rappresenta un'inaccetabile tentativo di interferire nelle attività dei magistrati nella delicata vicenda. Un fatto senza precedenti, tenuto conto della provenienza da un parlamentare, da chi dovrebbe rispettare l’attività che svolgono tutte le istituzioni, tra esse la magistratura. L’Anm respinge ogni tentativo di interferenza e di intimidazione, assicurando che tutti i magistrati svolgono e continueranno a svolgere i propri compiti rispondendo esclusivamente alla legge, per cui ogni tentativo di condizionamento sarà vano”.