#CataniaAccoglie: la Sicilia anti-razzista con un arancino per i migranti della Diciotti

L'iniziativa è di un gruppo di artisti catanesi che hanno invitato i concittadini a presentarsi in porto per compiere un gesto di accoglienza ai 177 migranti ostaggio del governo reazionario

#CataniaAccoglie in favore dei migranti della Diciotti

#CataniaAccoglie in favore dei migranti della Diciotti

globalist 22 agosto 2018

#CataniaAccoglie contro la ferocia dei ricchi e potenti contro i poveri indifesi: per la "Diciotti", una iniziativa di soldiarietà a Catania, tutti in porto con un arancino in dono a ciascuno dei migranti. Un arancino per dire che la Sicilia è accogliente e contro ogni azione di discriminazione. "Noi catanesi compreremo subito 177 arancini e andremo tutti insieme al porto... ad accogliere. Tutti pronti!".
L'iniziativa è di un gruppo di artisti catanesi che hanno invitato i concittadini a presentarsi in porto per compiere un gesto di accoglienza ai 177 migranti da lunedì sera a bordo di nave Diciotti della Guardia costiera, in attesa dell'autorizzazione allo sbarco. A loro sono destinati gli arancini, espressione della gastronomia siciliana. L'attrice Nellina Laganà ha fatto proprio l'appello di Salvatore Barbagallo (subito rilanciato da molti) che sul suo profilo Twitter si definisce Musical theatre performer: "Fate girare, che arrivi a tutti i catanesi dentro e fuori Twitter. Perchè in Sicilia pratichiamo accoglienza, da sempre. Stasera appuntamento al porto di Catania: portate un arancino, simbolo di accoglienza e accudimento".
Come si sa, nessuno sbarco, ancora, da nave Diciotti, arrivata alle 23.30 circa di due giorni fa nel porto di Catania con 177 migranti soccorsi al largo di Lampedusa. I profughi, è la linea adottata, non potranno lasciare il pattugliatore della Guardia Costiera in attesa della ripartizione tra i Paesi del'Unione europea dei migranti soccorsi. Anche questa mattina sul molo di Levante è presente solo personale della guardia costiera, della polizia di Stato, della guardia di finanza e dei carabinieri, nessun volontario o appartenenti alla Protezione civile per l'assistenza allo sbarco.