Top

Operatori del 118 aggrediti dai familiari di un paziente: si salvano fuggendo in ambulanza

Sedie di ferro e lettighe lanciate dai parenti di un malato che doveva essere trasferito contro il personale medico e gli infermieri a bordo E' l'ennesimo atto di violenza

Il caso nel salernitano
Il caso nel salernitano

globalist

5 Agosto 2018 - 08.24


Preroll

Ancora violenze ai danni di sanitari. Operatori del 118 sono stati aggrediti dai familiari di un paziente pronto ad essere trasferito da un ospedale ad un altro. E’ accaduto la notte scorsa, intorno alle 3, al presidio ospedaliero di Pagani, nel Salernitano, dove sono giunti i paramedici della Croce Bianca della postazione di Nocera Inferiore per effettuare il trasferimento di un malato.

OutStream Desktop
Top right Mobile

All’arrivo dei sanitari, i suoi parenti hanno persino lanciato sedie di ferro e lettighe contro l’equipaggio dell’ambulanza, per motivi poco chiari. Medici e infermieri del 118, con difficoltà, sono riusciti a trovare riparo all’interno del mezzo di soccorso e sono scappati nonostante l’autombulanza venisse colpita con pugni ai vetri.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage