Ecco chi sono: noi facciamo i nomi e i cognomi dei razzisti che hanno pestato un senegalese

Si chiamano Lorenzo Rigano, 37 anni, e Gioacchino Bono, 34. Sono cugini. Hanno pestato il migrante per puro "divertimento". Con loro altri quattro infami che tenevano fermo il ragazzo del Senegal

Razzismo a Partinico

Razzismo a Partinico

globalist 2 agosto 2018

Come nella tradizione di Globalist noi facciamo i nomi. I nomi e i cognomi degli haters, degli stupratori e dei razzisti. Quindi gli aggressori del giovane senagalese a Partinico (in provincia di Palermo), pestato per motivi razziali, sono due. Il primo individuato giorni fa è Lorenzo Rigano, di 37 anni. Oggi è stato messo agli arresti domiciliari Gioacchino Bono, 34 anni, operaio edile l'uomo che avrebbe iniziato a picchiare e insultare il ragazzo senegalese.
Secondo le ricostruzioni, il 19enne era in bici nella piazza di Santa Caterina e aspettava un operatore della comunità in cui vive, che stava cercando un giovane extracomunitario ancora non rientrato nella struttura. I due aggressori erano seduti al tavolino di un bar e quando hanno visto il ragazzo in bici hanno cominciato a insultarlo. Tra l’altro, gli hanno detto: “Vattene via sporco negro, siete tutti figli di p... ve ne dovete andare dal nostro Paese”. Poi l'hanno colpito a calci e pugni al viso. Il 19enne non ha reagito ed è poi stato portato all'ospedale di Partinico per essere medicato. I due aggressori sarebbero cugini. Le indagini, però, non sono finite: proseguono per arrivare ai complici che avrebbero tenuto fermo il ragazzo durante il pestaggio.