Saviano: "Fin quando avrò fiato ed energia non smetterò mai di contrastare Salvini"

Duro botta e risposta tra Saviano e il ministro dell'Interno, che annuncia querela per le frasi dello scrittore

Saviano

Saviano

globalist 18 luglio 2018

"Delle tante querele annunciate (con questa sarebbero quante: quattro? Cinque? S'è perso il conto) ad oggi non ne è arrivata nessuna... come sempre, solo chiacchiere. Come del resto tutto il suo teatro, teatro dell'orrore. Nulla di ciò che ha promesso è possibile realizzare, tanto meno il blocco delle partenze dalla Libia".


"E poi mi dica, cos'è questa "carezza"? - aggiunge facendo riferimento all'ultimo tweet di Salvini nel quale aveva scritto che al "signor Saviano" che lo aveva definito "ministro della Mala Vita" rispondeva cosi': "Al massimo una carezza e una querela" - perché usa questo eloquio mellifluo, a voler pensar male direi quasi mafioso? Cos'è, signor Ministro della Mala Vita, l'equivalente di un "bacio in bocca"? Era forse per questo che avrebbe voluto mi fosse tolta la scorta? A leggere i commenti dei suoi sostenitori è evidente che avrebbero piacere a sapermi muto per sempre, ma immagino che lei non se ne sia accorto".


Quindi, conclude Saviano: "Si metta l'anima in pace, signor Ministro della Mala Vita, fin quando avrò energia in corpo, fiato in gola e lettere sotto le mie dita, non smetterò mai di contrastare le sue dichiarazioni vili e bugiarde, le sue politiche criminali che si mantengono su un continuo, perenne e spossante incitamento all'odio. Le posso assicurare, Ministro della Mala Vita, che siamo tanti, e non le consentiremo di smantellare lo Stato di Diritto: dovrà passare sui nostri corpi".