Risucchiata dal bocchettone della piscina: muore una ragazzina di 13 anni

Il tragico incidente mercoledì pomeriggio in un hotel di Sperlonga. La ragazza, trasportata d'urgenza al Gemelli di Roma, è deceduta nella notte

Virgilio Grand Hotel Sperlonga

Virgilio Grand Hotel Sperlonga

globalist 12 luglio 2018

Non ce l'ha fatta la ragazzina di 13 anni della provincia di Frosinone che mercoledì a Sperlonga era stata risucchiata da una delle bocchette di aspirazione della piscina nella quale stava facendo il bagno.
Nonostante la tempestività della macchina dei soccorsi e la successiva rianimazione intentata dai sanitari, la 13enne è deceduta poche ore dopo essere stata elitrasportata al policlinico Gemelli di Roma, alle quattro di questa notte.
La ragazza di Morolo, in provincia di Frosinone, era stata risucchiata da una delle bocchette di aspirazione della piscina del Virgilio Grand Hotel di Sperlonga dove stava trascorrendo le vacanze con la famiglia.
Inutile il tentativo di un turista americano di salvarla perché, mentre l'uomo cercava con tutte le forze di tirarla a sé, la giovanissima aveva già bevuto tantissima acqua.
Sulla morte della ragazza indagano i carabinieri di Sperlonga che hanno sequestrato la piscina e il vano pompe.