Top

Uccisa e sepolta: le ossa trovate a Recanati sono della 15enne scomparsa nel 2010

Camey Mossamet, giovane bengalese, era sparita nel nulla. Gli investigatori pensano ad un delitto e invitano chi sa a parlare

Camey Mossamet uccisa a porto Recanati
Camey Mossamet uccisa a porto Recanati

globalist

29 Giugno 2018 - 15.30


Preroll

Uccisa e il suo corpo sepolto. Una fine terribile: dopo i primi accertamenti medico legali di laboratorio “può ragionevolmente affermarsi” che i resti ossei, trovati nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati (Macerata) a fine marzo, “appartengano a Camey Mossamet”, la 15enne bengalese scomparsa ad Ancona il 29 maggio 2010. Lo scrive in una nota la Procura di Macerata che lancia un appello a chi abbia notizie su quanto accaduto affinché contatti gli investigatori.
Secondo i magistrati maceratesi, guidati dal procuratore Giovanni Giorgio, “può ragionevolmente ipotizzarsi che la ragazza, una volta giunta da Ancona presso la stazione ferroviaria di Porto Recanati, si sia recata verso l’Hotel House, e poco tempo dopo sarebbe stata uccisa e sotterrata nei pressi dell’immobile”.
Gli inquirenti invitano chi abbia notizie sulla ragazzina a recarsi in Questura ad Ancona o Macerata, o presso uffici di polizia giudiziaria o alla Procura di Macerata. “Ciò – sottolinea la Procura – al fine di consentire di raccogliere elementi utili per lo svolgimento delle indagini apparentemente non agevoli, atteso il lungo tempo trascorso dal momento della scomparsa della minore”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage