Uccise a bastonate la moglie, condannato all'ergastolo

La fine terribile di Giulia Ballestri massacrata dal marito, il dermatologo Matteo Cagnoni, in una villetta a Ravenna. Era il settembre del 2016. Tutte le prove portano all'uomo

Matteo Cagnoni

Matteo Cagnoni

globalist 22 giugno 2018

Uccisa a bastonate. Fino a finirla. Come fosse una bestia. Oggi la corte d'assise di Ravenna ha condannato all'ergastolo il dermatologo Matteo Cagnoni, 53 anni, per l'omicidio pluriaggravato della moglie, la 39enne Giulia Ballestri ammazzata con inaudita ferocia la mattina del 16 settembre 2016 in una villa di famiglia da tempo disabitata nel centro della città.


L'imputato è stato condannato anche al risarcimento di tutte le parti civili. La difesa voleva l'assoluzione con la formula "per non aver commesso il fatto".


Cagnoni, noto dermatologo che ha a lungo lavorato all'ospedali Careggi di Firenze, fu fermato vicino alla villa paterna in Toscana tre giorni dopo il ritrovamento del corpo senza vita della moglie. Al termine del dibattimento, oggi in udienza, il medico aveva rilasciato dichiarazioni spontanee ribadendo la propria innocenza.