Top

Omicidio di Sacko: a Milano in piazza contro il razzismo di Salvini

Mille persone hanno scandito slogan contro la Lega e il suo leader, colpevoli di fomentare l'odio verso i migranti

la manifestazione antirazzista a Milano
la manifestazione antirazzista a Milano

globalist

9 Giugno 2018 - 16.24


Preroll

Oltre mille persone della Milano antirazzista sono scese in piazza per ricordare Soumayla Sacko, il migrante sindacalista di 29 anni ucciso il 2 giugno in provincia di Vibo Valentia, in Calabria. La manifestazione, partita nel pomeriggio da via Palestro e che si concluderà in Stazione Centrale, è stata promossa da associazioni, come Naga e Libera, centri sociali come il Cantiere e partecipano anche i sindacati, Usb, i Sentinelli e Liberi e Uguali.

OutStream Desktop
Top right Mobile

In testa al corteo campeggia lo striscione ‘Ucciso prima dalla mafia e poi dal vostro razzismo’. Un altro striscione ricorda, oltre a Soumayla Sacko, anche Abd Elsalam, il sindacalista egiziano travolto e ucciso da un camion lo scorso anno a Piacenza.
Inevitabili le critiche contro Matteo Salvini, ministro dell’Interno, che aveva passato le prime ore da vicepremier a scandire il suo odio contro i migranti con lo slogan “la pacchia è finita, fate le valigie” e che non ha mai rilasciato alcun commento sull’omicidio del giovane in Calabria. 

Middle placement Mobile

I manifestanti hanno scandito slogan come “Odio la Lega”. Su un cartello, la scritta “Salvini la pacchia è finita …. ma per voi”.

Dynamic 1

 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage