Top

"Colpevole" di non volere i militari a scuola: procedimento disciplinare contro un insegnante

Il docente aveva scritto alla preside: "I militari in classe? In contrasto con i valori educativi"

Militari
Militari

globalist

24 Maggio 2018 - 16.25


Preroll

Aveva espresso per iscritto il suo dissenso sulla presenza di una delegazione dei militari della Brigata Aosta programmata nella sua scuola, l’istituto Cannizzaro-Galatti di Messina: pochi giorni fa l’insegnante Antonio Mazzeo è stato sottoposto a procedimento disciplinare dalla preside. L’accusa, secondo la dirigente scolastica, è quella di avere pubblicamente danneggiato l’immagine della scuola, screditato la preside e denigrato l’istituzione scolastica.

OutStream Desktop
Top right Mobile

L’insegnante non aveva mai fatto mistero delle sue posizioni antimilitariste. Nel documento inviato alla preside lo scorso 17 aprile aveva scritto che l’appuntamento con la Brigata Aosta insieme alla banda musicale previsto a scuola, appreso dalla stampa, era in contrasto con i valori didattico-educativi. Il 15 maggio scorso è arrivata la risposta della dirigente con la comunicazione del procedimento disciplinare. 

Middle placement Mobile

Solidarietà a Mazzeo è arrivata dal portavoce nazionale dei Cobas, Piero Bernocchi, che ha chiesto l’archiviazione del procedimento disciplinare.

Dynamic 1

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile