Top

Tre operai disoccupati minacciano di buttarsi nel vuoto: vogliamo lavorare

Avevano un'occupazione per la gestione del verde del Comune di Rossano (Cosenza) ma la ditta appaltatrice non ha partecipato al nuovo bando e loro sono rimasti senza impiego

Gli operai sul tetto a Rossano
Gli operai sul tetto a Rossano

globalist

22 Maggio 2018 - 09.24


Preroll

Dramma del lavoro che non c’è in Calabria. Tre operai del servizio verde pubblico del Comune di Rossano (Cosenza), licenziati per la fine di un appalto, sono saliti sul tetto della sede della Polizia municipale e minacciano di lanciarsi nel vuoto se non otterranno risposte certe sul futuro occupazionale. I tre fanno parte di un gruppo di 12 operai che fino ad un anno e mezzo fa lavorava in una ditta che aveva vinto un appalto di manutenzione del verde per il Comune.  Scaduti i termini dell’appalto i 12 operai sono rimasti senza lavoro. L’amministrazione comunale di Rossano ha indetto un anno fa la nuova gara alla quale non ha però risposto nessuna ditta. Diversi gli incontri e i tavoli con le sigle sindacali che, ad oggi, non hanno ancora determinato nulla sul futuro degli operai. I lavoratori intendono rimanere sul tetto fino a quando non saranno date loro risposte concrete su eventuali assunzioni. Sul posto ci sono i vigili del Fuoco, la Polizia di Stato ed i carabinieri.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile