Top

Scarcerato il fotoreporter Mauro Donato: stava raccontando la vita dei profughi

Il giornalista, 41 anni, di Lanzo Torinese, era stato arrestato il 16 marzo in Serbia dove era andato con un collega per documentare la vita dei profughi in fuga dalla guerra lungo la "Balkan Route".

Mauro Donato
Mauro Donato

globalist

5 Aprile 2018 - 15.37


Preroll

Il fotoreporter Mauro Donato è stato scarcerato dalle autorità serbe. Lo riferisce il sito online de La Stampa, aggiungendo che la conferma dovrebbe arrivare nelle prossime ore. Donato, 41 anni, di Lanzo Torinese, era stato arrestato il 16 marzo in Serbia, dove era andato con un collega per documentare la vita dei profughi in fuga da guerra e miseria lungo la “Balkan Route”. I due italiani erano accompagnati da una volontaria di Obti (One Bridge To Idomeni) la onlus italiana impegnata a fornire assistenza umanitaria ai profughi. “La notizia mi è stata comunicata dall’ambasciata italiana: non ne potevamo davvero più, c’è stato un accanimento che non abbiamo capito, ora lo aspetto a casa” dice la moglie Giulia. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Ringraziamo amici, colleghi e quanti si sono in ogni modo adoperati per la sua liberazione e, in particolare, il presidente della Fnsi Beppe Giulietti, l’associazione stampa Subalpina, il professor Luigi Manconi e l’ufficio italiani all’estero della Farnesina”. E’ quanto affermano i familiari di Mauro Donato e l’avvocato Alessandra Ballerini dopo la liberazione del fotoreporter detenuto in Serbia, confermando la conferenza stampa in programma domani nella sede delle Fnsi alla quale parteciperà lo stesso Donato.

Middle placement Mobile

 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage