La giunta leghista di Cologno Monzese patrocina una rievocazione nazista

L'evento è previsto per il 21-22 aprile. Immediata la denuncia dell'Anpi: "provocazione offensiva per i cittadini"

La locandina

La locandina

globalist 1 aprile 2018

La giunta leghista di Cologno Monzese ha dato il suo patrocinio a un evento, in programma per il 21 e il 22 aprile prossimi, dal titolo "Cologno al tempo della seconda guerra mondiale", oragnizzato dall'associazione 36 Füsilier Kompanie. La locandina parla soltanto di "un reparto di fanteria nella Cologno di fine guerra", non specifica la parte peggiore e più inquietante: i soldati della rievocazione sono quelli nazisti della Wehrmacht e l'iniziativa prevede la ricostruzione di un campo militare tedesco. Nella stessa Cologno dove i nazisti catturarono nove italiani e li deportarono nei campi.

L'Anpi ha immediatamente condannato l'iniziativa, definendola provocatoria e ffensiva nei confronti dei cittadini di Cologno Monzese: "chiediamo - dice Roberto Cenati - all'amministrazione comunale la revoca immediata di questa grave e inaccettabile decisione". Denuncia raccolta anche dall'Osservatorio sulle nuove destre: "Inaccettabile che il Comune patrocini un evento come questo. E' una provocazione bella e buona, e lo è ancor di più perché organizzata alla vigilia del 25 aprile".

"È intollerabile che la giunta leghista patrocini un'iniziativa di rievocazione dell'occupazione nazista, a pochi giorni dal 25 aprile" ha denunciato il segretario metropolitano del Pd Pietro Bussolati. "L'evento, organizzato dal gruppo 36 Füsilier Kompanie che sfoggia apertamente insegne naziste, è un oltraggio alla memoria e alla sofferenza di chi l'orrore e le violenze naziste le subì sulla propria pelle. Chiediamo all'amministrazione di Cologno di tornare sui suoi passi e di revocare il sostegno a una manifestazione in completa contraddizione con i valori democratici di quelle istituzioni che anche il sindaco leghista Angelo Rocchi e i suoi assessori devono rispettare".