Furio Honsell sindaco di Auschwitz, a Udine gli adesivi dell'orrore

Adesivi antisemiti contro l'ex sindaco vestito come un deportato e con il simbolo Anpi sul petto

Adesivi antisemiti a Udine

Adesivi antisemiti a Udine

globalist 14 marzo 2018

Orrore a Udine per degli adesivi antisemiti affissi in alcune strade del centro storico. Adesivi raffiguranti l'ex sindaco di Udine, il matematico Furio Honsell, oggi candidato alle elezioni regionali del Friuli Venezia Giulia, in divisa da deportato e la scritta "Furio Honsell, sindaco di Auschwitz".
A segnalarli al Comune sono stati numerosi cittadini. Negli adesivi l'ex sindaco appare vestito con la casacca dei deportati nei campi di concentramento e sul petto il logo dell'Anpi, l'Associazione nazionale dei partigiani italiani, a cui Honsell è vicino.
"Un gesto - ha detto il sindaco di Udine Carlo Giacomello - che dimostra deficienza, nel senso di totale mancanza di conoscenza di quella che è la storia, e questo a prescindere dal fatto che ad essere oggetto di questo vergognoso atto sia stata una figura come quella di Furio Honsell, che proprio sul tema della Resistenza e dell'antifascismo si è sempre battuto in prima persona".
La vicenda però non è un caso isolato. A inizio febbraio, nella zona nord della città, fecero la loro comparsa delle svastiche sui tabelloni elettorali mentre a dicembre vennero imbrattati i muri esterni del circolo Arci Cas'Aupa.
Honsell era stato eletto sindaco di Udine nel 2008 per il centrosinistrae riconfermato alle elezioni amministrative del 2013. Il 29 dicembre 2017 aveva rassegna le dimissioni da sindaco e annunciato la sua candidatura alla presidenza della Regione Friuli Venezia Giulia.


Le parole di Furio Honsell
"Un atto che non merita analisi - ha detto lo stesso Furio Honsell - ma solo condanna, perché viene meno ai valori più profondi dell'umanità. Si deve assolutamente condannare ogni gesto che strumentalizzi una delle pagine più tragiche della storia dell'umanità, la Shoah. Bisogna soprattutto avere il massimo rispetto per i tantissimi morti, per le innumerevoli sofferenze inflitte a milioni di esseri umani nei campi di sterminio nazisti".
Interviene anche l'Anpi
"Tra l'ex sindaco di Udine Furio Honsell e l'Anpi, simbolo con cui è stato raffigurato negli adesivi antisemiti a Udine - ha ricordato l'Associazione nazionale dei partigiani d'Italia - c'è da sempre un rapporto di stima reciproca e collaborazione. Nel contesto delle celebrazioni per la Festa della Liberazione, ma anche in altre occasioni istituzionali, durante i suoi due mandati, l'ex primo cittadino ha sempre sottolineato i valori della Resistenza e dell'antifascismo nei suoi discorsi ufficiali, mettendo in luce come Udine sia città Medaglia d'Oro al Valor militare per la Lotta di Liberazione. Valori e fatti che sono stati comunque ribaditi negli interventi di storici e testimoni dell'Anpi, invitati dall'amministrazione a raccontare le pagine più importanti e significative della Resistenza a Udine e in Friuli in occasione del 25 aprile e in numerose altre commemorazioni".