Top

Strage di Latina, riprende conoscenza la moglie del carabiniere assassino

Antonietta Gargiulo si è risvegliata dalla sedazione. Non sa ancora della morte delle figlie, uccise dal padre prima di togliersi la vita

Antonietta Gargiulo
Antonietta Gargiulo

globalist

7 Marzo 2018 - 14.02


Preroll

Ha riaperto gli occhi e si sta riprendendo dalla sedazione Antonietta Gargiulo, la moglie del carabiniere Luigi Capasso, autore della strage di Cisterna di Latina. L’uomo aveva sparato alla moglie e, prima di togliersi la vita, aveva ucciso le loro figlie di 7 e 13 anni.
Unica sopravvissuta della sua famiglia, Antonietta Gargiulo si è risvegliata dalla sedazione a cui è stata sottoposta dal 28 febbraio scorso, quando era stata ricoverata nel reparto di terapia intensiva del San Camillo di Roma ferita dai tre colpi di pistola esplosi dal marito.
Risponde agli stimoli uditivi ma l’imbragatura al volto, dovuta all’intervento con cui i medici le hanno ricostruito la mandibola, non le permette di parlare. Con cautela, si sta tentando, con supporto degli psicologi e dei familiari, di riportare la donna alla realtà ma prima è necessario sapere cosa lei ricordi dell’accaduto. La donna non sa ancora della morte delle figlie e del suicidio del marito.
E’ stata intanto fissata la data dei funerali di Alessia e Martina, le sorelline di 7 e 13 anni uccise dal padre. Si svolgerà venerdì mattina nella chiesa di San Valentino a Cisterna, la chiesa dove la madre faceva la catechista.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage