Top

Il Natale anticipato di Jacob, il bambino coraggioso che chiedeva solo un augurio

Aveva 9 anni, affetto da un neuroblastoma. Sapeva che se ne sarebbe andato prima e ha voluto una festa di Natale bellissima. Cartoline da tutto il mondo e una stanza d'ospedale coi festoni e le luci

<picture> Il piccolo Jacob </picture>
Il piccolo Jacob

globalist

21 Novembre 2017


Preroll

Lo sapeva lui, prima dei medici, che a Natale non sarebbe arrivato. Per questo ha voluto una festa anticipata con i regali, gli addobbi, l’albero. Lo sapeva Jacob, 9 anni, che se ne sarebbe andato prima. Per questo aveva chiesto agli amici dei social un messaggio, un augurio, buon Natale Jacob. Collezionava cartoline, Jacob, cartoline che arrivavano da mezzo mondo spedite da persone sconosciute e commosse. Per tre anni questo bambino ha provato a battere un neuroblastoma. Non ce l’ha fatta, purtroppo.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Si è spento al Barbara Bush Children’s Hospital di Portland dove era ricoverato. I genitori si erano inventati una stanza bellissima, con le palline colorate e i festoni. Perché l’amore può questo, fa questo: anticipa il Natale per un bambino che sta muorendo, racconta sorrisi che non ci sono tanto è il dolore nel cuore, colleziona cartoline, migliaia di cartoline da tutto il mondo per dire a un figlio: ‘Vedi? Fanno tutti il tifo per te’.

Middle placement Mobile

E sono questi genitori devastati, ma coraggiosi, pieni di dignità a dare la notizia che non avremmo voluto leggere. E a scrivere su Facebook che Jacob ha lasciato questa terra, i suoi dolori, ma aggiungendo che “ogni persona che ha mandato  a nostro figlio un messaggio di auguri, un biglietto di Natale, un post, un video o una preghiera ha fatto la differenza negli ultimi giorni della sua vita. Avete dato a Jacob la gioia e l’ottimismo a tutti noi”. 
Ciao bambino. 

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage